Finale Zero Robotics 2015-2016

zero robotics

Per il terzo anno consecutivo il team di studenti dell’Istituto Tecnico degli indirizzi Informatica e Telecomunicazione del G. B. Vaccarini di Catania parteciperà, lunedì  25 gennaio 2016,   alla finale del concorso internazionale “Zero Robotics” . La competizione prevede la programmazione di   satelliti robot che si trovano sulla Stazione Spaziale Internazionale ISS.  A questa competizione hanno partecipato  squadre provenienti  dagli Stati Uniti, Europa, Russia, Australia

Gli studenti delle squadre finaliste assisteranno dal vivo alle operazioni svolte dagli astronauti a bordo della ISS durante la gara, dalle seguenti sedi:

  • Massachusetts Institute of Technology  di Cambridge, Massachusetts;
  • Centro Eurospace in  Belgio;
  • Centro Seymour presso l’Università di Sydney in Australia;
  • Roscosmos  in Russia.

Zero Robotics http://www.zerorobotics.mit.edu è una competizione in cui gli studenti delle scuole superiori programmano  piccoli robot satelliti che si trovano  a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. I robot, chiamati sfere, sono stati originariamente concepiti e realizzati da studenti di Space Systems Laboratory del MIT. Questi robot – all’incirca le dimensioni e la forma di un pallone da basket – funzionano a gas compresso, e possono essere programmati per girare, ruotare, spostarsi  e navigare  nello spazio. I ricercatori usano SFERE per testare le manovre per il veicolo spaziale che svolgono rendezvous e docking autonomo. Volano all’interno della cabina della stazione in modo autonomo, ma sotto la supervisione di un astronauta. Ogni sfera è indipendente e attrezzata con  dispositivi di propulsione, di calcolo e di navigazione.

Le regole  della competizione di quest’anno presentano  molteplici sfide che sono importanti nella ricerca spaziale attuale e nelle missioni reali:

1) raccolta di parti di un (virtuale) satellitare rotto ;

2) Catturare  le immagini virtuali dell’avversario per saperne di più su di loro;

3)Il satellite è in orbita intorno alla Terra, il che significa che talvolta esso è illuminato e altre volte è al buio.

I concorrenti hanno bisogno di energia  che viene raccolta da pannelli fotovoltaici nei periodi in cui è illuminato dal sole, in modo da spostare e scattare foto. Per vincere, si devono raccogliere il maggior numero possibile di rottami  e scattare quante più foto possibile dell’avversario;  evitando che l’avversario faccia altrettanto.

Zero Robotics è sponsorizzato dalla NASA, il Centro per l’Avanzamento della Scienza in Space (CASIS) e dall’ESA.

Segui la Diretta Webcast link:  http://webcast.amps.ms.mit.edu/spr2016/Spheres/1603/5/

Alliance 10: TheFermiFloatingTeamTachyonsJuggler
The Fermi Floating Team (Italy), Tachyons (United States), Juggler (Italy)

JUGGLER
Arcidiacono Salvatore Antonio Docente
GiustinianiManlio Docente
Maccarrone Flavio Alunno IVA Informatica
Linguanti Alessandro Alunno IVB Telecomunicazioni
Di Mauro Giovanni Alunno IVA Informatica
Aricò  Giovanni Alunno VA Informatica
Barbagallo Giuseppe Alunno IVB Telecomunicazioni
Toscano Andrea Alunno IVA Informatica
Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Share